214. A tradimento

Non so quando sia stato. Forse ieri, forse due giorni fa. Si è concentrato nel tempo di un battere di ciglia. Non ricordo cosa fosse successo, ma questo sì, il pensiero, immediato, fulminante, venuto dal nulla: ora chiamo babbo e glielo racconto. È durato un istante, perché ogni risveglio dura…

Continua a leggere…

Una settimana

Questo è un post assolutamente atipico e terribilmente personale, più del solito, preferisco avvisare da subito. Atipico perché è stato scritto quasi quattro anni fa, il 28 dicembre 2008, quando avevo bisogno di mettere su carta ciò che stavo provando, per fermarlo, per ricordare sempre. Ai tempi mi ripromisi che…

Continua a leggere…