Io sono vivo, voi siete morti

Ho sempre amato Philip K. Dick. Da quando lessi la prima volta La svastica sul sole e Cacciatore di androidi (ora, giustamente, pubblicato col vero titolo Ma gli androidi sognano pecore elettriche?) il suo interrogarsi costantemente sulla natura della realtà è stato per me motivo di domande importanti e ragionamenti mai scontati con risposte non…

Continua a leggere…

Occhio nel cielo

Oniricità. Messa in discussione della realtà. Sono due concetti che chiunque conosca un po’ Philip K. Dick finisce in automatico per associare all’autore. Verrebbe da chiedersi se non siano limitati i modi in cui un autore può affrontare un argomento: leggendo Dick la risposta è, senza dubbio, negativa. La capacità…

Continua a leggere…

Nostri amici da Frolix-8

Tra i tanti veri e propri capolavori scritti da Dick questo “Frolix-8″ è quasi un fratello minore un po” sfortunato, tanto che il genitore stesso l”ha poi messo da parte, considerandolo “non ben riuscito”. Effettivamente l”impressione che si ha leggendolo è quella di un libro che non decolla del tutto,…

Continua a leggere…

Cronache del dopobomba

Anche un argomento trattato in praticamente ogni forma come il post-guerra nucleare può essere visto sotto un”ottica innovativa ed affascinante se messo nelle mani di un genio come Philip K. Dick. E’ quel che succede con “Cronache del dopobomba”, romanzo meno onirico del solito ma non per questo privo di…

Continua a leggere…