Storie Di Un Podcast: Cantami o Diva…

Lo so, sono più di due settimane che non aggiorno le Storie di Un Podcast e dovrei chiedere scusa soprattutto a Camilla e Stefano che sono stati bravissimi nel loro episodio dedicato a Disney (sto soprassedendo sul discorso del microfono, visto che bravo, Stefano? Ops…) e che avrebbero meritato un post tutto per loro. Non era il periodo giusto e onestamente non lo sarebbe neanche in questi giorni, ma da qualche parte bisogna pur riprendere e poi non voglio fare lo stesso torto a Costanza.

Penso sia stato nei primi due mesi dalla nascita del podcast che la mia cara amica residente in terra teutonica mi ha detto che le sarebbe piaciuto un sacco fare un episodio in cui si sarebbero paragonati i miti e le epiche classiche alle saghe supereroistiche moderne. Il tempo necessario ad accettare con entusiasmo da parte mia prima e di Giuseppe poi penso si misuri nell’ordine dei millisecondi.

In questi mesi abbiamo chiacchierato, progettato, pensato a quando incastrare impegni, registrazione e pubblicazione e ci siamo resi conto che mai saremmo riusciti a parlare di tutto ciò che avremmo voluto, anche perché già io e Giuseppe siamo logorroici, ma se mettete in una stanza me e Costanza il rischio che si aprano più parentesi delle note in un libro di David Foster Wallace è ben più che tangibile.

Quindi, prima decisione, potare quasi del tutto gli universi cartacei e concentrarci inizialmente sulle versioni cinematografiche: più immediate, più recenti, più facili da recuperare per molti (senza contare che Costanza è molto nerd, ma non al punto da aver letto tutto ciò che abbiamo letto noialtri).

La seconda è stata in corso d’opera, quando raggiunta l’ora e trenta minuti di registrazione abbiamo ritenuto più sensato rimandare a un futuro episodio una prosieguo dei tanti argomenti disponibili.

Mentre per mesi abbiamo poi registrato con notevole anticipo, stavolta tutto è avvenuto in tempi brevi: abbiamo approfittato di un breve ritorno in patria della nostra classicista preferita per registrare live (almeno con me) il 24 settembre (e ho dovuto pure cucinarle un risotto) e l’episodio è uscito oggi a neanche una settimana di distanza e quattro prima di quanto avessimo previsto, ma è cascato a fagiolo per riempire uno slot saltato a causa di altri problemi.

Anyway, registrarlo è stato uno spasso e Giuseppe va fatto santo per aver sopportato le nostre digressioni, Costanza si è dimostrata ciò che io ero sicuro che sarebbe stata e, beh, abbiamo anche sparato una marea di cazzate.

L’episodio ha incluso insulti ad Agamennone, digressioni su Tori e Cigni e abitudini sessuali degli antichi, esortazioni affinché Zeus sia più costo, frizzi, lazzi e spunti vari.

Noi ci siamo divertiti nonostante Sheppard ci abbia costretto a registrare in un ambiente saturo di gas ostili (sì, io registro nella stanza che ospita la sabbia dei gatti… traete le conclusioni), Costanza tornerà di sicuro (sia per il seguito che per parlare di Star Trek), ora tocca a voi passare ad ascoltarci.

Non dovrei dirlo io, ma secondo me ne vale la pena anche più del solito.

Sembriamo quasi professionali, no?
C’è un motivo. Giuro.

Also published on Medium.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.