Storie Di Un Podcast: Il Tredicesimo Dottore (aka Murphy sa essere un bastardo)

Doveva essere un episodio facile. Tre appassionati del Dottore, alcune soluzioni tecniche che sembravano ormai adeguatamente stabili, l’ospite che aveva recuperate cuffie e microfono.

Certo, l’audio non sembrava perfetto, ma registrando a distanza non è mai una discriminante.

Si parte, si inizia a registrare, si prende il ritmo e l’episodio sembra venire proprio bene. Come detto siamo appassionati, amiamo Doctor Who, ci piace parlarne. Vengono fuori anche citazioni relative alle nostre chat in redazione, quando commentavamo i singoli episodi.

Un’ora e un quarto di episodio, alla fine, ma tutti eravamo contenti.

Poi arriva la sciabolata.

“Ah”, ci dice Gabriele, “ragazzi, non vi ho detto che a un certo punto sullo schermo è comparsa la scritta Server Error, ma poi ha continuato a registrare. Spero non sia un problema”.

Non era un problema.

Un problema c’era stato quando a causa del browser sbagliato avevo dovuto recuperare minuti di sillabe tagliate nell’episodio sulla DC.

Questo non era un problema.

Questo era avere una delle tre tracce lunga 47 minuti invece di 75.

Non era un problema, era un fottuto disastro.

Due tracce complete e una a metà significava una sola cosa: aver buttato nel cesso la registrazione e doverla rifare da capo.

Chi mi segue sui social già lo sapeva, perché quel giorno è stato parecchio sconsolante e chi ascolterà l’episodio sentirà menzionare quanto successo all’inizio, ma molto velocemente.

Qui ci sputtaniamo, quindi ora avete tutti i dettagli.

È stato strano, la settimana successiva, registrare di nuovo: c’era un ovvio senso di Deja Vu così come il timore di non dire qualcosa perché convinti di averla detta (e magari era successo nel primo take). Alla fine ce l’abbiamo fatta, imparando qualche altra dritta su come evitare che tutto vada storto.

Ho dovuto sistemare un po’ l’audio, ho aggiunto una chicca suggerita da Giuseppe subito dopo la sigla iniziale e subito prima di quella finale e l’episodio è nato.

Ora, a distanza di quasi due mesi da quel giorno, potete ascoltarlo qui.

Spero vi diverta.


Also published on Medium.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.