Storie di un Podcast – Ep. 2

Non penso ci sia da specificarlo, ma nel dubbio lo faccio. La numerazione di questi post non ha a che vedere con quelli degli episodi del podcast. Il motivo, molto banale, è che non ho iniziato a farli subito e partire da “episodio 3” mi sembrava una soluzione alla Zio Paperone (chi non sapesse cosa intendo non ha mai letto le vecchie storie disney sulla saga di Marco Polo. Molto male).

Non so quanto, da fuori, si possa immaginare il grosso lavoro che sta dietro la pianificazione di un podcast. Sebbene tutti siano diversi e indubbiamente ce ne siano alcuni che richiedono meno lavoro di preparazione, di certo non si può lasciare molto all’improvvisazione, quanto meno nella fase preparatoria.

Periodicità, contenuti, date, argomenti, ospiti sono tutti temi che vanno valutati adeguatamente anche perché poi cambiarli in corso d’opera non è il massimo, sia dal punto di vista della gestione che da quello dell’immagine.

Se, quindi, fin da quando io e Giuseppe abbiamo iniziato a parlarne la lista di argomenti per gli episodi è andata estendendosi, ci siamo in breve resi conto che la formula quindicinale con un ospite rischiava di essere troppo stretta per coprire tutto quello di cui avremmo voluto parlare. Soprattutto: non sempre è facile trovare un ospite ferrato in un argomento specifico e incastrare gli impegni, soprattutto se in tempi brevi.

Quantità di argomenti + necessità di essere veloci in certi casi + limitatezza di alcuni topic = formula speciale.

Così è nata l’idea di fare speciali fuori serie che andranno ad alternarsi agli episodi “completi” e che si focalizzeranno su singoli argomenti. Saranno speciali perché tendenzialmente più brevi, senza frasi di chiusura e di apertura ma, soprattutto, senza ospiti, che saranno invece il tratto caratterizzante delle puntate “complete”.

La tempestività è stata anche la spinta per la scelta del primo speciale: The Big Bang Theory è finita da poco ed era impensabile che un podcast dedicato al mondo nerd non ne parlasse… peccato che non era stato pianificato nulla perché noi siamo due geni.

Quindi sì, un po’ di necessità, un po’ di desiderio, ecco il primo speciale. Dura mezz’ora e, come dice Giuseppe, potrebbe ribattezzarsi Poco Nerd, non fosse che siamo troppo nerd perché sia poco.

Il prossimo dovrebbe essere dedicato a Dark Phoenix e ne abbiamo già in previsione diversi, con volontà di fare anche focus su singoli volumi a fumetti, romanzi o film così da consigliare chi abbia voglia di espandere le proprie conoscenze.

Noi ci stiamo divertendo molto. Speriamo sia così anche per voi.


Also published on Medium.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.