Silenzio

Quando ero molto più giovane avevo troppe certezze. Ero stupido e presuntuoso, convinto di sapere, convinto di avere capito, pieno di punti fermi che fermi non erano, ma io ancora non ne ero a conoscenza. Ero presuntuoso come solo chi non ha davvero ancora vissuto niente può esserlo: c’è chi poi rimane tale e chi impara, a me piace sperare di aver imparato almeno qualcosa.

Nella mia presunzione ricordo di aver ripetuto non so quante volte che chi si suicidava era un codardo, che non aveva il coraggio, non aveva le palle di affrontare la vita.

Già.

A mio discapito posso ripetere che ero giovane e stupido.

Oggi so di non sapere e so che dietro un qualunque gesto tanto tragico c’è qualcosa che nessuno può comprendere se non chi è arrivato a commetterlo.

So che il dolore di chi ci arriva è profondo e oscuro, tanto oscuro da nascondere anche le luci che più sembrano splendere per gli altri.

So che non ha alcun importanza la causa di quel dolore, non importa se sia oggettiva (per chi, poi?) o soggettiva, non importa se chiunque altro sul pianeta non sia in grado di comprenderla, so che importa che generi dolore a chi quel dolore lo sta provando.

Quindi so solo una cosa: che non si può comprendere se non si è immersi in ciò che spinge a quel gesto in particolare e che, pertanto, c’è solo una risposta che si può dare quando capita. Il silenzio. Il rispetto. 

Ma invece un personaggio famoso si toglie la vita ed ecco che ci si mette a sindacare. Sindacare. Giudicare ciò che una persona ha provato per arrivare a tanto. Caricarsi della presunzione di poter sapere.

Non sapete cosa vi succede in casa, probabilmente, ma pretendete di sapere cosa possa aver provato un suicida.

Rispetto, per favore.

Silenzio.

Tutto il resto è solo volgarità.

Cosa celebri oggi?
Celebro l’aver sempre avuto la forza. Celebro di aver sempre creduto in quella luce. Celebro di non poter capire una tale scelta perché significa di non essere mai finito in quel luogo orrendo.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.