Secondo te?

Mi è stato qualche giorno fa un file da analizzare per verificare che sia leggibile da un applicativo che ho sviluppato.
Oggi ho ritagliato un’oretta per farlo e ho riscontrato che c’erano tre anomalie, non complesse, ma da correggere perché il meccanismo funzioni.
A fine giornata preparo una mail e la invio a chi aveva girato il file, elencandogli le tre anomalie e fornendo lo stesso file corretto perché faccia da esempio.
Nella mail indico chiaramente quello che scrivevo sopra, ovvero che i tre punti sono da risolvere altrimenti il file non viene letto.

Risposta:
“Ma per quanto riguarda il punto due è necessario che lo correggiamo?”

Ora.
Se ti elenco tre punti e ti dico che sono da risolvere, secondo te uno di questi l’ho messo a caso per vedere se ci cascavi?
Pensi che la mia risposta possa essere “Ah, no, ora che ci penso no, lascia stare?”.

Davvero, quale meccanismo mentale ti porta a fare una domanda del genere?

Lo so, lo so. Meglio non chiedere. Molto meglio.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.