A distanza di tempo

Stamattina Facebook mi ha ricordato questo post: era un anno fa e Zen era molto malato.

Cercavo di fotografare nella memoria ogni istante possibile e quella sera trascrissi qualcosa qui sopra.

“Lo registro”, scrissi e condivisi poi su Facebook dicendo che mi sarebbe servito.

Avevo ragione.

A distanza di un anno, rileggere quel post ha significato rivivere certi istanti: e sì, fa un male cane, mi ricorda quanto mi manca Zen, ma aiuta anche a ricordarmi quanti momenti importanti ho vissuto con lui e per lui.

È uno dei motivi per cui questo blog è così importante.

Certo, lo è in quanto mio mezzo per continuare a scrivere e condividere, su questo non ci sono dubbi, ma lo è anche per un motivo altrettanto valido: è la mia memoria storica, è il mio promemoria di ciò che ero e di cosa mi ha portato dove sono.

Rileggere, come a volte faccio, post di uno, due, cinque, undici (sì, il blog è così vecchio) anni fa è come tornare sui miei passi e ricordarmi come mai sono quello che sono.

È parte di me.

Una parte fondamentale e preziosa.

“Mi servirà”.

Avevo ragione.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.