Ribelli e reticenti

Non escono facilmente e, salvo rari casi, per me è strano.

Non escono facilmente, si ingarbugliano, si sovrappongono.

Vogliono dire la loro, ma neanche loro sanno quale sia la loro.

Fanno le capricciose, le preziose, quelle che non vogliono concedersi, poi a un certo punto escono ma si mischiano e si confondono tra le idee.

E tu sei lì e invece di stenderle una dietro l’altra ti trovi a dover cercare di mettere insieme un puzzle di cui, tu per primo, non hai l’immagine di riferimento.

Eppure ci provi e continui e cerchi di metterle in riga.

E le senti che ancora scalpitano e si ribellano e vogliono fare di testa loro o non fare proprio.

Ma vincerai tu.

Con calma.

Con pazienza.

Ma vincerai tu.

E quelle dannate parole impareranno a tornare a fluire come devono.

 

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

2 commenti

  1. Io, le mie, le ho messe in riga già da un po’: Ti voglio bene.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.