Le brutte abitudini…

Non si perdono facilmente, per cui in realtà eccomi a scrivere.
Penso di doverlo fare, anzitutto per ringraziare le tantissime persone che oggi mi hanno voluto fare gli auguri.
Molti di questi (più di centoventi) l’hanno fatto via Facebook, ma io di certo non faccio parte di quei semisnob che “no, gli auguri via Facebook contano poco o nulla”.
Vero, Facebook può anche aiutare a ricordare una data segnalandola e, altrettanto vero, è piuttosto veloce fare gli auguri in quel modo, ma rimane il fatto che bisogna volerlo fare e questa è la vera differenza: un bel po’ di persone ha voluto prendere 15, 20, 30 secondi e usarli per farmi gli auguri e io, questo, lo so apprezzare.

Pertanto grazie a chi mi ha scritto sui social, a chi mi ha contattato via messaggi vari, a chi mi ha telefonato: la presenza scalda il cuore, soprattutto quando per combinazioni varie trascorri questo giorno in solitudine.

Com’è andata?

Ho cercato di non pensare ai problemi che, tanto, domani saranno ancora qui.
Ho trascorso la mattina a montare il set lego che i miei amici mi hanno regalato.
Mi sono cucinato burger di lenticchie e verdure.
Mi hanno offerto un ottimo gelato.
Ho passeggiato per cinque chilometri.
Ho visto cani giocare felici al parco.
Ho rischiato di essere preso di sorpresa da un violento temporale, ma me la sono cavata con un po’ di pioggia.
Ho chiacchierato con un po’ di persone.
Ho tratto conclusioni su qualcuno.
Ho litigato (e vinto) col Media Center.

E, ora, ho scritto sul blog.

Ci sono compleanni migliori? Senza dubbio.

Ma anche molti parecchio peggiori.

E iniziamo l’anno fatidico della risposta alla vita, all’universo e a tutto quanto.

Chissà che arrivi sul serio.

(E chi non avesse capito la frase finale, corra a leggersi Douglas Adams. Ora.)

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

6 commenti

  1. Difficile che chi non ha capito la frase finale sia qui tra i tuoi lettori! Comunque, in quel caso la fine del mondo è vicina e un bell’asciugamano verrà certamente utile. Poi il towel day si avvicina….

  2. ma la risposta non è sempre 42??

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.