318. Servizi utili

Una settimana fa sono andato in banca per chiedere un mutuo per liquidità per gestire i casini in ballo.

Dato che l'impiegata con cui ho parlato non era “sufficientemente preparata” mi era stato detto che mi avrebbe fatto sapere qualcosa sulla fattibilità nei giorni successivi, al più tardi una settimana.

Oggi era una settimana e, ovviamente, non avevo ricevuto risposta, così ho chiamato.

La cara impiegata a momenti si era scordata di me e ha finito col dirmi che no, loro i mutui per liquidità non li fanno.

Dopo aver “gentilmente” fatto presente che probabilmente mi perderanno come cliente, ho voluto chiamare il call center per chiedere conferma: in cinque minuti l'operatrice ha confermato che tali mutui, nel mio istituto, non sono a “catalogo”.

Cinque minuti.

Non un giorno, non tre, non una settimana, soprattutto.

Cinque minuti.

Io ho aspettato una settimana (prendendo in mano il telefono) per un'informazione che avrebbero potuto darmi quanto meno il giorno dopo se non al momento stesso.

Ma tanto i problemi sono miei, no?

Chi se ne frega dei cazzi tuoi, io sono dietro una scrivania a prendermi il mio stipendio e fanculo il mondo.

Ecco.

Magari se si pensasse un po' di più che le persone con cui hai a che fare sono esseri umani, che hanno pensieri, problemi, urgenze, casini, forse e dico forse si potrebbe offrire un servizio migliore.

Più umano.

Perché, sia chiaro, io non chiedo eccezioni e se il mio istituto non offre un prodotto andrò a cercarlo altrove (incrociate le dita, per favore): però chiedo che le informazioni mi siano date in tempi accettabili così che io possa muovermi di conseguenza.

Si tratta di attenzione, rispetto e, ripeto, umanità.

Quell'umanità che può fare la differenza, così come possono farla sette giorni di attesa.

La si piantasse di pensare solo al proprio culo, per una volta.

 

Ah, a chi se lo stesse chiedendo: no, non sono stato zitto. Ho inviato una mail di reclamo tramite posta certificata direttamente alla sede centrale, con nome, cognome e comportamento.

Che probabilmente non la cagherà nessuno, ma io di stare zitto sono veramente stufo.

 

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

2 commenti

  1. Almeno ti sei tolto una soddisfazione, almeno gli hai fatto capire che non tutti tacciono e se tutti scrivessero, forse, le cose cambierebbero

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.