288. Io lobbo, tu lobby, egli lobba

La nuova moda sono le lobby.

Fateci caso, ormai ci sono lobby che spuntano come funghi.

La lobby delle femministe.

La lobby buonista.

E soprattutto la temibile e temuta lobby gay.

Queste terribili lobby sono la spiegazione immediata di qualunque cosa.

Non puoi più tastare il culo a una donna per strada senza che ti taccino di essere un molestatore? Maledetta lobby delle femministe.

Non puoi picchiare o insultare uno sporco per divertimento? Fottuta lobby buonista.

Non puoi prendere per il culo un frocietto tanto per passare il tempo? La lobby gay ormai ha raggiunto il potere.

Pazzesco come la lobby femminista e di quei venduti maschi traditori si incazzi se dai della cagna a una.

E la lobby buonista? Esulti per la morte in mare di quei futuri terroristi e ti trattano come se fosse tu il mostro.

Poi la lobby gay che non mi permette di esprimermi liberamente e vietare loro di sposarsi, incivili di merda.

Cari i miei minus habens, provo a spiegarvelo.

Non sarà facile, ma provate a seguirmi attentamente, ok?

Proverò a usare anche parole di non troppe sillabe.

Attenzione, perché la notizia è difficile da accettare.

Le.

Lobby.

Non.

Esistono.

Se volete vi lascio un minuto per assimilare questa informazione che nessuno vi ha mai detto.

Fatto?

Ancora storditi?

Proseguite a leggere, potrebbe aiutarvi.

Quello che sta succedendo è che avete finito di rompere i coglioni.

Quello che sta accadendo è che il mondo si sta civilizzando e voi non potete più fare quello che vi pare.

L’avete sempre scampata forti del branco e dell’omertà, ma sta finendo: un mattone alla volta quei muri che vi hanno protetto stanno venendo abbattuti e voi vi trovate a fronteggiare il mondo come gli omuncoli (e donnucole) che siete.

Ed eccovi ora a piangere e battere i piedi gridando che non vale: come un bulletto che, dopo aver picchiato per mesi i bimbi più piccoli, si trova a prendere un pugno in faccia dal fratello maggiore di uno di loro e scappa via a piangere dalla mamma.

Eccovi, a piangere che non potete più fare quello che volete: esatto; non potete più. Ora dovete prendervi la responsabilità di tutto il male che avete fatto in passato. Ora non siete più i più forti.

È arrivato il fratello maggiore e no, non si chiama “lobby”.

Si chiama civiltà.

E queste sono solo le prime lezioni.

Attenzione, che tra poco interroghiamo.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.