Imparando

Sto imparando ad assaggiare nuovi sapori e farli miei.
Sto imparando a guardare il mondo e me stesso con occhi nuovi, senza scordare ciò che già so.
Sto imparando che da un perdono possono nascere magie.
Sto imparando di nuovo che il mio istinto ha sempre ragione.
Sto imparando che se ne vale la pena, il valore è immenso.
Sto imparando a saper aspettare, per quanto possa scalpitare.
Sto imparando a riconoscere la profondità di parole in apparenza semplici.
Sto imparando ad andare oltre ciò che sono sempre stato.
Sto imparando ad avere sete di più di ciò che sono sempre stato.
Sto imparando quanto la sinergia tra istinto, anima, cuore e cervello possa essere travolgente, se giustamente alimentata e vissuta e quanto invece la preponderanza di uno dei quattro possa essere dannosa.
Sto imparando ad essere me stesso.
Di nuovo, perché non finisco di crescere.
Di scoprirmi.
Di conoscermi.

E sto imparando quanto mi piace imparare tutto questo e quanto io sia fortunato a poterlo fare.

Imparo.
Vivo.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

4 commenti

  1. Eh sì caro Aries “non si finisce mai d’imparare”, è proprio vero.
    Anche se tu eri già “imparato assai” secondo il mio modestissimo parere, però …….
    Per quanto mi riguarda qualcuno mi deve spiegare, perchè s’impara sempre dalle esperienze che fanno male, a me sta cosa mi fa incazzare a bestia, e poi parlo sempre di me, intendiamoci, imparo sì, ma poi ci ricasco sempre.
    Mi armo di sana saggezza, ma quello che mi viene difficoltoso è saper trovare la sinergia tra istinto, anima, cuore e cervello, a volte eccedo o per uno o per l’altra e tracketack il danno si spiega da sè.
    Ti abbraccio e ti ringrazio per le riflessioni.
    4p

  2. …e le tue parole lo suggeriscono a chi legge…grazie!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.