Come gestire un demone (o anche “La commedia degli orrori”)

Ammetto stavolta di avere barato: essendo in possesso sia della copia cartacea di “Practical Demonkeeping” in lingua originale che della versione in E-book in italiano, ho optato per leggere la versione tradotta, un po’ per prigrizia, un po’ per la curiosità di vedere come certi termini e giochi di parole fossero stati resi.

Italiano o Inglese, comunque, Christopher Moore non si smentisce, o forse dovrei dire che qui mette le basi del suo futuro successo, dato che questo è in assoluto il suo primo romanzo.

Com’è, quindi, quest’opera prima di Moore? Forse meno esilarante del solito, ma tutti gli ingredienti che ne faranno il grande autore che ho già più volte esaltato ci sono eccome: Moore prende un tema classico dei film horror (la possessione demoniaca o, meglio ancora, l’evocazione di un demone) e la plasma a sua immagine e somiglianza; ecco quindi che l’autore ci racconta cosa può succedere se un demone, evocato accidentalmente 90 anni prima, giunge al seguito del suo riluttante “padrone” in una tranquilla cittadina come Pine Cove, stravolgendo le vite più o meno originali di chi ci vive.

Faremo così la conoscenza di un demone dalle sembianze di rettile che si nutre di esseri umani, di un jinn suo avversario piuttosto presuntuoso e codardo, di un fotografo ubriacone, di una strega che scambia un demone per uno spirito della terra, di un contabile che si fa chiamare Roxanne e via dicendo in questo modo.

Scenette geniali, battute sarcastiche, scene macabre, il tutto shakerato a-la-Moore.

Sicuramente il meglio dell’autore doveva ancora venire (qualcuno ha detto “Biff”?), ma è un libro che si legge volentieri, fa sorridere e fa passare bene il tempo.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

6 commenti

  1. Noooooooooooooooo!
    Moore che mi racconta della possessione demoniaca!!
    Lo voglio!

  2. grazie a te l’ho letto e mi ha molto intrigato: in certo passi l’ho trovato geniale in altri mi ha fatto sorridere.. devo procurarmi “biff”!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.