Le due verità

Se i romanzi con protagonista il Belga Hercule Poirot sono, a conti fatti, una garanzia quasi totale di qualità  o, comunque, di un testo avvincente (non parlo di Miss Marple, non avendola ancora mai letta), devo dire che i pochi romanzi della Christie popolati da personaggi diversi finiscono sempre per rappresentare, almeno per me, una piacevolissima sorpresa.

Libera da un certo tipo di schema che, con personaggi ricorrenti, spesso e volentieri diventa obbligato, l”autrice si lancia in scelte più originali sia nell”imbastire la trama che nella graduale scoperta della verità  finale.

Le due verità  (triste traduzione di “Ordeal by Innocence”) è un caso lampante di quanto scritto: ben imbastito, molto introspettivo, assolutamente fresco negli intrecci e nelle idee, è un romanzo che si lascia divorare in breve tempo, caricando il lettore di quella meravigliosa voglia di “saperne di più”.

Belli i personaggi, azzeccato il ruolo dello “scopritore”, affascinante la scoperta a strati dei segreti nascosti.

Un breve sunto della trama: il dottor Calgary, di ritorno da una spedizione al Polo Sud che l”ha tenuto fuori dal Paese per sei mesi, scopre che una persona è stata condannata per omicidio ed è morta in carcere pur essendo innocente; l”innocenza è certa, dato che l”alibi di questa persona era propriio il dottore. E’ così che, per senso del dovere, decide di contattare la famiglia del giovane ingiustamente accusato e di farne riabilitare il nome… peccato che le reazioni al suo gesto da parte dei familiari saranno molto diverse da quel che si aspettava.

Da leggere.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

2 commenti

  1. utente anonimo

    Sono d'accordo con te.

    IMHO, tra Miss Marple e Poirot la Christie ha dato il suo meglio con lui, ma oltre a loro ha saputo creare altri  "caratteri" altrettanto validi: per esempio la coppia Tommy&Tuppence.

    La solidità degli intrecci varia da romanzo a romanzo, indipendentemente dai protagonisti secondo me, cmq concordo con te sul fatto k ogni tanto una boccata d'aria fresca, al di fuori dei soliti schemi Marple-Poirot, ha fatto bene a lei come autrice a noi come lettori. 

    SL

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.