Nessun Dove

Prendetemi per mano e partiamo per un viaggio per un luogo speciale.

Non è lontano, anzi, è vicinissimo, eppure nessuno di voi, nessuno di noi è in grado di vederlo.

E’ il “mondo di sotto”, anzi, per la precisione è “Londra Sotto”: una Londra speciale, magica, abitata da coloro che sono scivolati tra le fessure e che noi non possiamo più vedere; a Londra Sotto potremo incontrare persone simili a noi, ma anche creature magiche o inquietanti…

A Londra Sotto ci sono Angeli e Demoni, Apritori e Parla-Coi-Ratti, Cacciatori e Frati Oscuri.

A Londra Sotto c’è un Conte il cui regno è un treno di una Metropolitana che non ferma dove immaginereste, a Londra Sotto c’è un ponte avvolto nell’oscurità , a Londra Sotto c’è un mercato dove potreste incontrare maliarde esponenti delle Velluto così come il profumatissimo Popolo delle Fogne.

A Londra Sotto finisce una persona comune, Richard, che ci si trova catapultato solo per aver compiuto una buona azione e che farebbe di tutto per tornare alla sua vita precedente.

A Londra Sotto incontrerete lui ma anche la piccola Lady Porta, la grande cacciatrice Hunter, il furbo Marchese de Carabas e gli inquietanti Mister Croup e Mister Vandemar.

Ma a Londra Sotto incontrerete qualcosa di più importante: nonostante la sua oscurità , nonostante il suo esistere all’ombra di “Londra Sopra”, scoprirete al suo interno la vita; non quella grigia di un ufficio e di un’esistenza preordinata e prefissata, bensì quella palpitante e pulsante di un mondo imprevedibile e da scoprire, di un mondo pericoloso ma sconvolgentemente più reale di quel che dovrebbe essere “la realtà “.

Sì, a LondraSotto c’è la vita: il trucco, quando tornerete da questo viaggio, sarà  imparare a conservare un po’ di Londra Sotto, un po’ di Lady Porta e di Hunter, di De Carabas e di Old Bailey (magari non di Croup e Vandemar) dentro di voi; ne varrà  la pena, statene certi.

Io, da parte mia, continuerò a farlo, d’altronde non so se saprei fare altrimenti.

Ah, scordavo: Neil Gaiman è al momento l’unico scrittore in grado di prendermi e condurmi in un mondo speciale ogni volta, che sia in una favola come Coraline, in un romanzo onirico come American Gods, in quel capolavoro di Sandman o in questo gioiello che è Nessun Dove.

Geniale, non ci sono altre parole.

Chiudo con una citazione: ad un certo punto si legge questa frase “Se questo è tutto quello che c’è, allora non voglio essere savio”; potrei averla scritta io per quanto la sento mia.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

7 commenti

  1. DEVO assolutamente leggere al più presto “Nessun dove”…

    Grazie Aries!

  2. Credo che cerchero’ di procurarmelo. Ottimo consiglio

    Inis

  3. @Mony: grazie a te 🙂

    @Inis: vai sul forum, nella sezione Arkham…

  4. Sono contenta che ti sia piaciuto Aries!

    Io lo adoro!!! Se ti ricordi te lo consigliai qualche tempo fa e son contentissima che tu lo abbia apprezzato, ma in fondo lo sapevo…

    Un grande abbraccio 😉

    Quella frase ha fatto lo stesso effetto anche ame quando la lessi!

  5. Mi ricordo benissimo quando me ne parlasti 🙂

    E non dubitavo quella frase fosse importante anche per te 😉

    Un abbraccio enorme a te!

  6. Curiosa curiosa curiosa!

    Io e Gaiman abbiamo un po’ di discorsetti da fare 😉

  7. E non temere che farò il possibile per farteli fare 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.