Sottoterra

Ebbene sì, quando il lavoro ha ritmi più normali il mio ritmo di lettura aumenta in maniera più che proporzionale.

E’ per questo che posso parlare anche di "Sottoterra", thriller di Jeffery Deaver che ho gustato durante il viaggio di ritorno da Roma e nella serata di ieri.

Scrivo gustato perché è il secondo thriller di Deaver senza i protagonisti storici (Rhyme & Sachs) che posso dire di aver gradito fino in fondo.

La storia è abbastanza semplice, almeno nelle premesse: il location scout John Pellam si trova nella classica cittadina di periferia americana come se ne vedono in tanti film… e come in tanti film non è il benvenuto; partito semplicemente alla ricerca di luoghi per un film si ritrova ad affrontare una situazione in cui cominciano a capitare troppi strani incidenti per essere pura casualità.

Molti se ne andrebbero di corsa, ma Pellam si ritrova con un motivo per rimanere ed ha le capacità e la volontà per scoprire chi c’è dietro tutto quel che gli sta capitando.

Un thriller sicuramente inferiore a quelli del ciclo di Lincoln Rhyme, ma indubbiamente intrigante ed avvincente: il personaggio è più interessante di altri creati da Deaver e la trama è riuscita a superare il mio astio per i romanzi sulla "provincia americana".

Nota a margine: questo sembra essere il primo romanzo di un ciclo dedicato a Pellam che verrà pubblicato (in ritardo) in Italia… vedremo se le premesse verranno mantenute, nel frattempo mi sento di consigliarne la lettura a chi vuole leggere un Deaver un po’ diverso dal solito.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

4 commenti

  1. Non posso non commentare, visto che ho comprato 20 giorni fa il libro di cui parli e la delusione quando ho scoperto che Rhyme e Sachs non erano i protagonisti è stata pari alla lettura delle prime pagine…deludente…e l’ho abbandonato sul comodino. Ma se lo consigli, ci proverò!

  2. Ti dico: Sachs e Rhyme sono tutt’ora imbattibili, ma il romanzo è sicuramente molto migliore di quelli in cui di solito non ci sono (Profondo Blu escluso, che mi è piaciuto ancora di più)

  3. wow, vai come un treno!! ma sarai un cyborg??

    buona giornata!

  4. Chissà , forse sotto sotto ;)))))

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.