Non ti lascerò mai andare

Penso che chi mi legge attentamente si sia reso conto di quanto il pensiero del passato, degli errori, di rimorsi e rimpianti sia un argomento che mi sta a cuore.

Una situazione che non ho mai sperimentato di persona, ma a cui spesso ho pensato, è quella dell’uomo o della donna che lascianoandar via la persona con cui stanno per poi rendersi conto, forse troppo tardi, che ciò che hanno perso era fondamentale nella loro vita.

Mi sono spesso chiesto cosa potrei provare in una situazione del genere, nel rendermi conto di aver buttato via qualcosa di bello e non poterlo più avere indietro, neanche lottando.

La risposta è che probabilmente mi sentirei come i protagonisti di questa semi-sconosciuta canzone, incisa da Sergio Mendes insieme ad altri artisti, in cui la voce narrante (prima maschile e poi femminile) cerca di riportare indietro l’amato/a, pur sapendo probabilmente che è una causa ormai persa.

Nelle parole si legge tanta speranza, ma anche tanta, tantissima disperazione: sbagliare capita a tutti, ma rendersi conto di aver fatto forse l’errore più grande possibile e, soprattutto, di non poter fare nulla per tornare indietro penso sia una tortura.

Ovviamente trovate la canzone nella radio blog.

Buon ascolto.

Ho sbagliato tutto
Nel lasciarti allontanare da me
Rimpiangerò quel gesto
Per il resto della mia vita
Ma ora che ho capito
Tutto ciò che voglio è rendere le cose giuste
Dimmi solo una parola… dimmi che mi perdoni
 
Tu ed io
Saremo meglio di quanto non fossimo prima
Già ti amavo ma ora intendo
Aprirmi ed amarti anche di più
Questa volta puoi essere sicura
 
Che non ti lascerò mai andare
Ti stringerò nelle mie braccia per sempre
Voglio provare a farmi perdonare
Per le volte che ti ho tanto ferita
Voglio stringere il tuo corpo al mio
Da oggi dovremo stare insieme
Giuro che stavolta
Non ti lascerò mai andare

Guardando indietro ora sembra così evidente
Avevo tutto quando eri qui
Tu davi tutto ed io lo davo per scontato
Ma se qualche sentimento c’è ancora in te
Una frazione di quell’amore che ancora risplende
Parliamone
Parliamo di seconde possibilità
 
Aspetta e vedrai
Sarà più dolce di prima
Ho dato qualcosa prima, ma ora intendo
Dedicarmi a dare molto di più
Stavolta puoi essere sicuro

Che non ti lascerò mai andare
Ti stringerò nelle mie braccia per sempre
Voglio provare a farmi perdonare
Per le volte che ti ho tanto ferita
Voglio stringere il tuo corpo al mio
Da oggi dovremo stare insieme
Giuro che stavolta
Non ti lascerò mai andare

Così se dirai solo che anche tu mi vuoi
non ti lascerò mai andare
Ti stringerò nelle mie braccia per sempre
Voglio provare a farmi perdonare
Per le volte che ti ho tanto ferita
Voglio stringere il tuo corpo al mio
Da oggi dovremo stare insieme
Giuro che stavolta
Non ti lascerò mai andare

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

16 commenti

  1. Io qusta situazione l’ho sperimentata, mandando via una persona e poi volendoci ritornare insieme.. la canzone è bella, ma mi pare il canto di una persona che si sta illudendo da sola – credimi.

  2. utente anonimo

    I rimpianti sono pericolosissimi, meglio preoccuparsi del presente e del futuro.

    dvfabio

  3. Secondo me ci si puo’ anche pentire per tutta la vita, ma nessuno ha la possibilita’ di sapere cosa sarebbe successo nella situazione inversa.

    Insomma, se si perde qualcuno (per colpa propria o no) non v’e’ garanzia che se quella persona ci fosse rimasta accanto, avrebbe incarnato i sogni che si ripongono in lei a posteriori…

    Come al solito, credo di essermi capita solo io…! :-/

  4. @Barbara: sì, onestamente anche a me dà  parecchio l’impressione di un persona che si illuda da sola… triste, senza dubbio :/

    @Fabio: infatti ho sempre preferito i rimorsi ai rimpianti 😉

    @Miai: invece ti ho capito perfettamente e sicuramente hai ragione. Penso però sia umano pensare a quel famoso “e se…”, sopratutto in qualche momento più difficile.

  5. Si’, assolutamente umano.

    E meno male che mi capisci, complimenti per le capacita’ interpretative…!! :-)))

  6. Figurati, sono abituato con Sweetie 😉

  7. L’uomo che cosi’ ben “interpreta”, non puo’ essere colui che spoeticizza il tulipano di Sweetie, “interpretandolo” in quel modo li’.. Noooo! 😛

  8. 😛

    Ti assicuro che dal vivo è inquietante, altroché 😉 😉 😉

  9. E va bene, dai, non ti contraddico piu’..! 😉

    E poi “tra moglie e marito non mettere il dito” che senno’ poi son…tulipani!! :-O

  10. @miai: tra moglie e marito? Come dico sempre io in questi casi, il Cagnotto non è mio marito, è l’ex marito di un’altra! ^___^

  11. Vabbe’, ma se son rose fioriranno…O TULIPANI, tutt’al piu’…!! ^_^

  12. @miai: e se fioriscono mi sa che mi toccherà  comprare qualche altra fioriera!! 😀

    P.S. Ammazza oh, a volte mi faccio proprio paura!

  13. O altri stampi da plum cake, che fa lo stesso!!!!

    (Ma la finiremo prima o poi??!) :-)))

  14. @miai: io mi ci metto d’impegno, ma tu non stizzicarmi con i tulipani, le fioriere e gli stampi da plum-cake!! :-))

    P.S. Sono mesi che il Cagnotto sta cercando una scusa… ^___^

  15. Bellissima la canzone.. e molto bello che tu abbia ripreso con la nostra.. “educazione musicale”.. era un po’ che non aggiungevi canzoni al radio-blog.

    Per quanto guardare indietro… beh.. la vita ti pone sempre di fronte a certe scelte.. a volte si teme di aver lasciato qualcosa indietro.. ma spesso c’è qualcosa di ancora più bello che ci aspetta.

    Perchè forse.. se in quel momento ci siamo fatti “scappare” qualcosa o qualcuno.. significa che non era il momento giusto. Che non doveva essere.. che la strada che dovevamo percorrere era un’altra.. certo meglio un rimorso che un rimpianto. Ma io credo ci sia un momento per tutto…

    latrudynonloggata

    ps in effetti questo tuo ultimo post stona con l’Aries del Tulipano.. :-PPP

  16. @trudy: immaginavo stessi aspettando qualche nuova canzone, quando ho postato questa ho pensato giusto a te 🙂

    Riguardo il tuo pensiero, che dire, tutto può essere: certo che il pensiero del “chissà  se” è una brutta bestia…

    PS: questo Aries ha mille facce 😉

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.