Music

A rischio di diventare monotematico torno a parlare di musica… o meglio, di Music.
Sì, perché se di canzoni che parlano della vita in ogni suo aspetto, dal più importante al più idiota, ce ne sono a bizzeffe, molte meno sono quelle che parlano della musica in sé.
Eppure, se ci ragioniamo, è la musica stessa il leit motiv della nostra esistenza: la colonna sonora, l’accompagnamento, la compagna di risate e pianti, di emozioni e ricordi, di gioie incredibili e dolori insostenibili, di serenità e di rabbia.
E’ la musica l’unica vera costante, nella sua varietà, nelle sue mille personalità, nella sua capacità di prenderci, rapirci e portarci via.
Una delle canzoni (o, meglio, dei pezzi, visto che di parole in questo ce ne sono veramente poche) che indubbiamente rievoca e celebra al meglio questa nostra compagna è "Music" di John Miles.

Music è un pezzo incredibile che riesce in poco meno di 6 minuti a passare attraverso tutti gli aspetti che una musica può avere: parte lenta, quasi timida, con le poche parole del testo (La musica è stato il mio primo amore e sarà l’ultimo, la musica del futuro e quella del passato, Vivere senza la mia musica sarebbe impossibile, In questo mondo di problemi, La mia musica mi porta avanti), perché in questo caso il testo è quasi un intruso in questa  sede… poi inizia a crescere, con la prima esplosione di ritmo, con tutta la dualità che la musica ha in sé… e di nuovo si ferma, di nuovo respira, inizia a viaggiare come portata da un fiume calmo di cui si intuisce la potenza e di nuovo comincia a scorrere…e  cresce… e cresce… ed ecco il momento più trascinante, con la seconda parte veloce, quella più forte, quella più viva che ci porta di nuovo alle parole dell’inizio, perché non c’è bisogno di dire altro, solo ascoltare e sentire.

Io non credo di poter rendere meglio di così l’emozione che questo pezzo può dare, vi consiglio solo di ascoltarla dalla radioblog e, se potete, fatelo ad occhi chiusi e magari ditemi che effetto vi ha fatto.

Io torno ad ascoltarla, intanto.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare.
Finché osserverò continuerò ad imparare.
Finché imparerò continuerò a crescere.
Finché crescerò continuerò a vivere.

6 commenti

  1. Grazie per avermi fatto conoscere questo pezzo, è stupendo 🙂

    Giuly

  2. Sono veramente contento ti sia piaciuta 🙂

  3. Bellissima!!!! Grazie, anche io non la conoscevo!!

    la trudy non loggata

  4. Beh, allora questo post ha raggiunto il suo scopo 🙂

  5. Non solo ho scoperto un sito succosissimo come radioblog, ma stò scoprendo bellissime canzoni. Continua con questa sorta di educazione musicale.. ok?

    ‘assie!

    latrudy non loggata

  6. Farò il possibile, visto che me lo chiedi così 🙂

Lascia un commento