Incubi

Probabilmente ho una mente contorta, ma raramente faccio sogni che siano meno che "vividi" ed intensi.

La si potrebbe considerare una cosa carina, se non fosse che la cosa implica una serie di residui emozionali al risveglio che non sempre sono gradevoli: vivere emozioni forti durante un sogno, così intense da sembrare reali porta poi a svegliarsi non rendendosi conto se quanto appena sognato fosse vero o meno, con la necessità di "smaltire" del caso.

Stanotte (o stamattina) è stata una delle peggiori.

Ho sognato che crollavano due palazzi intorno a casa nostra e poi il nostro stesso palazzo.

Ricordo la paura e la consapevolezza quando ormai toccava al nostro.

Ricordo l’impotenza.

Ricordo l’incapacità di rendersi conto.

Stranamente nel sogno, poi, ci salvavamo e ricordo che finivamo a casa dei genitori di Sweetie a raccontar loro di quanto successo… ed io continuavo a pensare "non ho più la mia casa, non ho più i miei ricordi".

Terribile…

(Ed ora che ci penso stanotte ho anche sognato una specie di caccia al tesoro con mostri al seguito… forse devo evitare l’Amatriciana di sera….)

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare.
Finché osserverò continuerò ad imparare.
Finché imparerò continuerò a crescere.
Finché crescerò continuerò a vivere.

4 commenti

  1. capisco!!! a me è successo solo un paio di volte per fortuna, ma mi sono sentita tutta scombussolata per un sacco!!!

    Fra

  2. gli incubi a volte sono figli delle nostre paure piu’ recondite, come quella di perdere i nostri riferimenti… ma la paura non è la realtà … meno male!

  3. @Fra: già , non è una bella cosa…

    @glasss: a volte mi chiedo quali siano i processi mentali inconsci che portano alla luce certe immagini… secondo me un po’ psicopatico lo sono 😉

  4. capisco perfettamente come ci si senta al risveglio di un sogno fortemente emozionante…

Lascia un commento