Camminare

Camminare.
Anche solo mezz’ora, durante una pausa.
Camminare in una giornata di tepore primaverile, mentre nelle orecchie ti raccontano di un Pazzo Mondo.
Camminare guardando avanti a te, mentre ascolti di storie vissute Attraverso le Barricate.
Camminare, senza stanchezza, senza pensieri, mentre qualcuno chiede se una promessa verrà mantenuta.
Camminare, a testa alta, guardando i volti di chi passa accanto, mentre nella tua mente senti la carica di chi ama il Rock And Roll.
Camminare, con la musica nelle orecchie, come fossi in un film e la colonna sonora ti avvolgesse.
Camminare, in pausa pranzo, può essere veramente speciale.

Colonna sonora:
Mad World, nella versione di Gary Jules
Through The Barricades, Spandau Ballet
The Promise You Made, Cock Robin
I love Rock And Roll, Joan Jett and the Blackhearts

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare.
Finché osserverò continuerò ad imparare.
Finché imparerò continuerò a crescere.
Finché crescerò continuerò a vivere.

13 commenti

  1. oh, sì, l’ipod nelle orecchie la musica “giusta” mi rendono persino meno odioso il traffico romano mentre mi cimento in zigzag improbabili con lo scooter!!!

    Fra

  2. Io ho preso l’abitudine di portare Kira a passeggio la sera, appena rientrara dal lavoro. Inizialmente mi raccontavo che lo facevo per lei, per farla sfogare, ma mi sono resa conto che è diventato molto più importante per me: sono solo 10 minuti, ma mi sono indispensabili per staccare completamente dal lavoro e dai pensieri della giornata. Adesso inizio ad essere in ansia vedendo che le giornate si accorciano e fa buio presto…..:-)

  3. @Fra: incredibile come della buona musica possa venirci in aiuto, vero?

    @Distratta: sì, a volte basta “poco” per aiutarci a riequilibrarci. Staccare, svuotare la mente, tenere impegnato anche lievemente il corpo… e se poi ci sono musica ed un amico fedele accanto è il top 🙂

  4. io vado in giro col vecchio caro walkman (al massimo il lettore cd) Ulrimamente ho messo il concerto dei Queen di Wembley dell’86 -20 anni fa …- mi rendo conto che sono in mezzo alla stada a cantare e far ciondolare la testa a ritmo, solo perchè la gente mi guarda con 2 occhi COSI’ … ma come si fa a trattenersi ? 😉

    Barbara

  5. @Barbara: mi ricordi una persona a me moooooooooolto vicina 😉

  6. Ma…….hai finito o stai ancora camminando? ;P

  7. bella questa colonna sonora, aries!

    io ci aggiungerei distrattamente “more than this” cantata da bryan ferry e “everybody wants to rule the world” dei mitici tears 4 fears

    bye

  8. Assolutamente d’accordo, glasss 🙂

  9. utente anonimo

    banale la tua colonna sonora ….ma è risaputo che i tuoi gusti musicali non coincidono affatto coi miei…

    zeb

  10. Camminare aiuta il corpo e lo spirito. Li fonde insieme, con semplicità , una quieta, tranquilla convivenza. Dove si va? non importa .. guarda che bel sentiero ..,

    l’importante è che ci sia silenzio pace e tranquillità . Rarità  in una pausa pranzo in città .

    Ti capisco, magari ci siamo anche incorciati, anche io di tanto in tanto, dipende in quale azienda lavoravo, durante la pausa pranzo uscivo a passeggiare.

    p.s. sono così:

    schiettezza

    min ————–| max

  11. @bitbit: con la musica nelle orecchie la tranquillità  si crea direttamente per sé.

    PS: la schiettezza va sempre bene, ma sempre mista a rispetto comunque vada 🙂

Lascia un commento