Letture estive – piccolo aggiornamento

Ed anche l’ultimo di Faletti è terminato (stanotte alle 3.30, con Sweetie contentissima stamattina vedendomi in coma…).

Devo dire che l’ho gradito più del primo: probabilmente è merito di uno studio maggiore dell’autore, di uno stile che va pian piano definendosi meglio e di una trama che risulta più gradevole nel complesso.

Poche cose non mi sono andate giù:
– la prima è una mera questione di stile, ma ritengo che Faletti ogni tanto si perda un po’ troppo nell’aggettivazione di persone, scene e/o situazioni, col risultato di diventare un filo noioso; ripeto, qui si tratta comunque di un de gustibus.
– la seconda invece è l’eccesso di "coincidenze": non voglio entrare troppo nella vicenda per non rovinare la lettura a chi ancora ce l’ha in coda, ma porca zozza, una coincidenza mi può stare bene, due pure, ma tre o quattro come in questo romanzo mettono verramente a dura prova la mia sospensione dell’incredulità!

Detto questo, mi sento comunque di consigliarne la lettura: è un thriller piacevole e non prevedibile (tranne forse in sfumature accessorie).

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

10 commenti

  1. Aries ma a che velocità  supersonica leggi? O_O

  2. Quando ho tempo sono piuttosto veloce, il problema è proprio il tempo 😉

  3. Ma te li ricordi bene tutti i libri che leggi? La mia memoria comincia a far cilecca: Ho letto “Niente di strano ehmm…. vero tranne gli occhi” l’anno scorso, e me lo ricordo a fatica. (sono anche dovuta andare a controllare il titolo, pensa come sono messa) 🙁

  4. @blutriskell: di solito i libri che mi piacciono li ricordo (magari mi perdo i particolari), mentre di quelli che mi dicono poco ricordo che non mi erano piaciuti 😉

  5. A me di Faletti era piaciuto più il primo invece… questo secondo proprio non mi ha lasciato niente..

    :-/

  6. Ovviamente il de gustibus è d’obbligo: personalmente avevo gradito il primo, ma dopo aver conosciuto Deaver (che è amico stretto di Faletti) mi ero reso conto di quanto quest’ultimo ne fosse debitore… in questo romanzo invece segue un suo stile più personale che personalmente ho gradito (fatti salvi gli appunti nel post).

  7. Non avendo letto Deaver non ho potuto notare fino a che punto Faletti avesse pescato dal suo stile (anche se avevo letto qualcosa di simile in qualche altra rece).. sai se ci sono novità  su un terzo libro in uscita?

    ps carino questo blog! posso linkarti?

  8. No, non ho notizie del terzo libro, se non che è in programma, così come l’adattamento cinematografico per lo meno del primo libro.

    PS: grazie dei complimenti e certo che puoi linkarmi! 🙂 Grazie!

  9. Dell’adattamento cinematografico ne avevo sentito parlare anche io.. chissà  se sarà  il film di cassetta per questo prossimo Natale?

  10. Chissà … non sarebbe male 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.