Canzoni…

Sicuramente ci penserà Sweetie sul suo blog a parlare un po’ di questo week-end quasi completamente "on the road", coi suoi 1.000 km di strade fatte da Milano e poi in giro per Firenze, San Gimignano e Siena…

Io volevo riportare una riflessione che non è la prima volta che mi capita di fare.

Ci sono canzoni che sembrano accompagnarci come amiche fedeli, che magari non senti a lungo, ma che tornano a farsi vive quando meno te lo aspetti, che in qualche modo segnano momenti importanti della propria vita per il loro significato intrinseco o anche per i momenti che accompagnano.

Ieri sera, passeggiando su Ponte Vecchio, è successo di nuovo: un gruppo "da strada", i cui componenti erano veramente molto bravi, ha intonato al nostro passaggio la canzone di cui (caso più unico che raro) posterò a seguire il testo.

Non ho potuto fare a meno di fermarmi e rimanere con Sweetie ad ascoltare: quella canzone rappresenta ricordi ed emozioni sia solo per me che per noi insieme e nelle sue parole mi ritrovo spesso e volentieri.

Ieri sera mi ha toccato (di nuovo) e volevo condividerla.

Buona lettura (e, spero, buon ascolto).

Ho messo via un pò di rumore
dicono così si fa nel comodino c’è una mina
e tonsille da seimila watt.
Ho messo via i rimpiattini
dicono non ho l’età
se si voltano un momomento
io ci rigioco perchè a me… va.
Ho messo via un pò di illusioni
che prima o poi basta così
ne ho messe via due o tre cartoni
comunque so che sono lì.
Ho messo via un pò di consigli
dicono è più facile
li ho messi via perchè a sbagliare
sono bravissimo da me.
Mi sto facendo un pò di posto
e che mi aspetto chi lo sa
che posto vuoto ce n’è stato ce n’è ce ne sarà.
Ho messo via un bel pò di cose
ma non mi spiego mai il perchè
io non riesca a metter via te
Ho messo via un pò di legnate
i segni quelli non si può
che non è il male nè la botta
ma purtroppo il livido.
Ho messo via un bel pò di foto
che prenderanno polvere
sia su rimorsi che rimpianti
che rancori e sui perchè
Mi sto facendo un pò di posto
e che mi aspetto chi lo sa
che posto vuoto ce n’è stato ce n’è ce ne sarà.
Ho messo via un bel pò di cose
ma non mi spiego mai il perchè
io non riesca a metter via te
In queste scarpe
e su questa terra che dondola
dondola dondola dondola
con il conforto di
un cielo che resta lì
Mi sto facendo un pò di posto
e che mi aspetto chi lo sa
che posto vuoto ce n’è stato ce n’è ce ne sarà.
Ho messo via un bel pò di cose
ma non mi spiego mai il perchè
io non riesca a metter via
riesca a metter via,
riesca a metter via te

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare.
Finché osserverò continuerò ad imparare.
Finché imparerò continuerò a crescere.
Finché crescerò continuerò a vivere.

9 commenti

  1. Coincidenza: due posts fa, ha scritto “metter via”. Come mi stuzzicano queste cose!

  2. E stasera c’è stato uno speciale TG1 su Ligabue :-))….coincidenze.

  3. Liga, una delle canzoni più belle che abbia scritto! 😉

  4. utente anonimo

    l’unica bella dell’ ellepi “soppravissuti e soppraviventi” del 94

    Zeb (didascalico)

  5. utente anonimo

    Tante coincidenze…Ieri mentre anch’io tornavo a casa l’ho sentita in macchina..Quelle maledette cose che non riesci proprio a buttare via perchè metterle via non basta…E poi firenze…. 🙂

    E.

  6. @blutriskell: già , coincidenze 😉 E quante ne porta con sé questa canzone…

    @itan: assolutamente d’accordo con te

    @zeb: l’unica non lo so, ma la più bella dell’album (e forse in assoluto) assolutamente sì

    @E: e via di coincidenze…

  7. utente anonimo

    Quando ho letto il titolo del tuo post di giovedì avevo pensato proprio a quella canzone! Pensa mo’!

    Noemi

  8. @Memi: sempre meglio, eh? E’ quasi una persecuzione! 🙂

  9. storia lunga, ma se non fosse per questa canzone io e Luca non staremmo insieme adesso

Lascia un commento