Poverina, non sa cosa l’aspetta…

Forse abbiamo trovato la cat-sitter.

Premessa: in un impeto di estrema follia ho pensato che potesse non essere carino lasciare il bestio senza mangiare per almeno una settimana in caso di nostre ferie e che, magari, avere la sua sabbiera pulita regolarmente potesse essere cosa buona e giusta; ora, è vero che c’è sempre la soluzione forno, ma con questo caldo non è assolutamente proponibile.

Accantonata l’ipotesi pensione (che, alla fine, sono di buon cuore e so quanto siano territoriali i gatti) mi sono messo alla ricerca di una cat-sitter che venisse a casa ogni giorno a dargli da mangiare, a fargli qualche coccola ed a pulirgli la cassettina.

Stasera è passata a trovarci Claudia: trovata tramite un annuncio, abbiamo scoperto che fa la volontaria nello stesso canile da cui proviene Stitch; la giovine si è dimostrata gradevole, carina e cordiale e sembra amare veramente gli animali.

E Stitch? Come si è comportato all’"incontro"? Da vera faccia di merda. Sapendo come lui "ami" le visite degli estranei avevo chiuso ogni possibile rifugio per evitare che si nascondesse da chi era venuta proprio per conoscerlo, col risultato di vedere il felino in versione "Mission Impossible" accucciato basso mentre passava accanto alle gambe della sconosciuta.

Ma io conosco i miei polli, anche quelli felini: armata la giovine di un bocconcino il bastardo si è avvicinato di corsa, si è fatto dare da mangiare, si è fatto carezzare ed addirittura ha accettato che lo prendessi in braccio vicino a lei senza battere ciglio.
Un vero gatto da guardia.

Andando via la ragazza sembrava contenta per il lavoretto ed entusiasta di Stitch: mi sento un verme, dato che so cosa l’aspetta.

Va beh, vorrà dire che se sopravvive le daremo veramente (come già stiamo pensando) più di quel che ha chiesto: già sarebbe poco normalmente, ma per stare dietro al "Gato Diablo" è veramente una miseria.

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare.
Finché osserverò continuerò ad imparare.
Finché imparerò continuerò a crescere.
Finché crescerò continuerò a vivere.

7 commenti

  1. Se non è come quel bastardo del gatto dei vicini di mia suocera, potrebbe andarle bene. Il suddetto gatto gio-gio si è avvinghiato al polpaccio di mia suocera il primo giorno che è entrata in casa senza che ci fossero i proprietari: al seconto è entrata con un giornale arrotolato.

    Per quanto ami i gatti e abbia le dovute rimostranze per la suocera ammetto che giogio è un gatto str..zo su tutti i fronti, ma si sa che la colpa non è sua ma dei proprietari che gli hanno sempre permesso tutto.

  2. Nel nostro caso c’è una fortuna: prendi Stith per lo stomaco e sarà  tuo a vita :O

  3. ma allora è un diavoletto il tuo gattino?? 🙂

    un saluto

    viola

  4. Diavoletto? Se vogliamo fargli un complimento 😉

    Grazie dei saluti!

  5. ma non è che esageri? io vivo con quattro (4!!) gatti, e non ho mai visto nulla di terribile come il gatto-diablo…

    Buona Serata

  6. Guarda, io sono cresciuto con gatti e cani… ma “El Gato Diablo” li batte tutti 🙂

    PS: sì, un po’ esagero, ma non dirlo in giro che se no lui se ne approfitta 😉

  7. utente anonimo

    sono curioso di conoscere il tuo gatto…ne parli cosi bene 🙂

    zeb

Lascia un commento