Pensierini convalescenti

Sono sul divano, portatile in braccio, con la gamba sollevata e la borsa del ghiaccio a cercare di lenire il gonfiore.

Ho il gatto che dorme letteralmente abbracciato al mio braccio destro, quasi fosse un felino normale.

In questo momento due pensieri mi accompagnano.

Il primo è se sarebbe tanto grave fanculizzare definitivamente un cliente arrogante che sembra pensare che io mi sia preso una settimana di ferie invece che di infortunio.

Il secondo è legato alla visita al pronto soccorso di stamattina: il medico, vedendo il piede, mi fa "Lei ha fatto l’unica cosa che non doveva: camminarci sopra!". Ora, la mia domanda è: dato che non penso molti tengano stampelle in casa e dato che la mia dolce massa non sarebbe stata sollevabile da Sweetie, secondo il gentil dottore che avrei dovuto fare per spostarmi? Volare grazie ai miei superpoteri?

Santa pazienza…

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare.
Finché osserverò continuerò ad imparare.
Finché imparerò continuerò a crescere.
Finché crescerò continuerò a vivere.

5 commenti

  1. Brutta faccenda quella dell’immobilità  forzata.

    I miei più sinceri auguri di pronta guarigione.

    See ya!

  2. Posso consigliare questo per la lievitazione:


  3. Solo tu potevi scrivere una boiata del genere 😉 Benpassato, paninaccio!!!

  4. utente anonimo

    quando mi sono spaccata la caviglia (in seguito all’essere stata investita da una macchina) non sono andata al pronto soccorso (per vari motivi) e me la sono solo fasciata… non sono morta…

    sage

Lascia un commento