Comunicazione di servizio

Per parecchio tempo ho considerato accettabile il modo in cui il blog permette di lasciare commenti, semplicemente mettendo la mail e il nome.
Il problema è che, col tempo, mi sono reso sensibilmente conto che la rete è cambiata e che lo spam, così come i commenti non graditi, rischiano di passare senza filtri, cosa che tende a infastidirmi parecchio.

Inoltre capita sempre più spesso che i commenti vengano lasciati altrove, invece che sul blog, facendo quindi sì che il meccanismo stesso finisca per essere al servizio di ciò che non mi interessa.

Per questo motivo, da oggi, per commentare sarà necessario autenticarsi con l’account di un social, sia esso Facebook, Twitter o GooglePlus.
Sia chiaro: a me non arriveranno informazioni se non il nome dell’account e la mail, ovvero gli stessi che, in teoria, dovevano essere lasciati prima; solo che d’ora in poi saranno “certificati”.

Al primo commento si aprirà la pagina di autenticazione, che permetterà contestualmente di registrarsi (di nuovo, nessun dato che non sia la mail e il nome utente) per commentare: le volte successive sarà possibile commentare direttamente essendo loggati.

Rimane, come già c’era, un filtro a priori, per cui il primo commento dovrà sempre essere “autorizzato” prima di comparire in bacheca.

Che vantaggio otterrò io?

Che, ad esempio, mi sarà molto più semplice bloccare commenti provenienti da account indesiderati o da spam. Inoltre penso sia giusto, dato che io qui sopra metto molto di me, che se qualcuno ha piacere di interagire lo faccia “mettendoci la faccia”.

Rischierò che ci siano meno commenti? Può essere, ma dato che (andate a controllare) i commenti sono sempre meno, sostituiti spesso dai like (o da quelli su Facebook) e che, pertanto, la maggioranza sono di spam o indesiderati, direi che il rischio possa essere considerato accettabile.

Inoltre sto valutando, proprio perché (come dicevo) molti tendono a commentare altrove, di attivare una sezione di commenti direttamente legata a Facebook, sperando così di centralizzarne la visualizzazione e le discussioni, ma questo sarà un passo successivo. Per ora iniziamo così.

Chiedo scusa per il post tecnico e noioso, ma non mi piaceva attivare una modifica del genere senza avvisare.

Print Friendly, PDF & Email

About Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

Lascia un commento